"Contatto": Come posso aiutarti

“Quello che neghi ti sottomette, quello che accetti ti trasforma”

C.G.Jung



LA METODOLOGIA DI AIUTO DEL “QUI E ORA”

Uno dei punti fondamentali del mio approccio è il famoso “qui ed ora”, concetto base della Psicoterapia della Gestalt.  Che cosa si intende per “qui ed ora” ?.  Si intende la capacità di stare nel momento presente, consapevoli di come e cosa si sta facendo senza scivolare nel passato o senza slittare nel futuro. Molte difficoltà che si possono riscontrare nella vita quotidiana sono proprio riconducibili alla poca abitudine di vivere stando presenti nel qui ed ora: chi soffre d’ansia, per esempio, tende ad a vivere nel futuro anticipandolo, prospettando eventi catastrofici ed in questo modo non vive, lasciandosi sfuggire le risorse e le potenzialità insite nel proprio presente; con questa modalità di “essere al mondo” proprio perché, si preoccupa (nel senso di occuparsi prima) eccessivamente del futuro, alla fine non si occupa del suo presente. Chi invece si sente bloccato ed ha paura ad agire sta probabilmente vivendo ancorato nel passato: forse ha paura di commettere gli stessi errori o di soffrire nuovamente memore di un’esperienza negativa ma anche in questo caso si perde la bellezza e la pienezza del momento presente e le possibilità che si presentano sulla strada. Proprio grazie alla relazione che si crea nel “qui ed ora” tra me e il mio cliente/paziente è possibile aiutarlo a prendere consapevolezza delle sue modalità di funzionamento, comprendere meglio i suoi problemi quotidiani riempiendoli di nuovi e fruttiferi significati. L’esperienza svolta nel presente, se illuminata dalla consapevolezza, è l’unica che può favorire il cambiamento, cioè il passaggio stabile ad uno stadio psichico più salutare, l’unica che può indirizzare l’individuo verso l’autorealizzazione, e l’autorealizzazione è lo scopo di ogni persona, secondo la psicoterapia umanistica, infatti: “l’autorealizzazione è possibile solo se la ‘consapevolezza del tempo e dello spazio penetra ogni angolo della nostra esistenza; fondamentalmente essa è il senso dell’attualità, l’apprezzamento dell’identità della realtà e del presente” (Perls, 1995, 219). L’obiettivo del mio intervento, dunque, è quello di agevolare il mio paziente/cliente nel diventare consapevole dei suoi gesti, della sua respirazione, delle sue emozioni, della sua voce e delle sue espressioni facciali, nonché dei suoi pensieri pressanti; inoltre, altro fondamentale obiettivo è quello di dargli i mezzi con cui risolvere sia i suoi problemi attuali che quelli che potrebbero insorgere domani o l’anno prossimo. Questo strumento, si definisce “auto-sostegno” e si può acquisire trattando sé stessi e i propri problemi con tutti i mezzi che si hanno a disposizione attualmente, proprio adesso. Sappiamo infatti che quanto più un individuo diventa consapevole di sé stesso, tanto più imparerà riguardo al suo sé e riprendendo al riguardo le parole di Perls, padre fondatore della psicoterapia della Gestalt, è possibile affermare che: “Man mano che sperimenta i modi in cui si impedisce di ‘essere’ ora, i modi in cui si interrompe, comincerà anche a sperimentare il sé che ha interrotto” (Perls, 1977, 65).

COME POSSO AIUTARTI?

A questo punto, se sei arrivato a navigare in questo sito, probabilmente desideri migliorare o risolvere alcuni problemi del “qui e ora” che riguardano le relazioni, il tuo lavoro, o qualcosa che nella tua vita non funziona come desideri. Potresti anche avere bisogno di uno spazio per chiarire i tuoi bisogni e quali sono le tue necessità di cambiamento. Se desideri chiedere chiarificazioni rispetto a ciò che vuoi cambiare o semplicemente rivolgermi qualche domanda, contattami.

TIPI DI INTERVENTO:

Consulenza e / Sostegno Psicologico 

La Consulenza Psicologica in generale rappresenta un utile strumento attraverso cui è possibile trattare tutti quei problemi personali, familiari, evolutivi, relazionali e professionali che rientrano nelle difficoltà della vita che la persona (individuo, coppia o famiglia, gruppo) può trovarsi ad affrontare quotidianamente o in un particolare momento della propria vita. La Consulenza Psicologica è un parere professionale che lo psicologo dà ad una persona che si rivolge a lui per una difficoltà specifica derivante da un momento di crisi o stress, o perché deve prendere una decisione. Questo tipo di prestazione psicologica non si rivolge, quindi, alla patologia vera e propria. Naturalmente non si tratta di un semplice consiglio, ma di un momento di riflessione e di approfondimento sugli aspetti psicologici individuali e relazionali, relativi al problema sollevato. L’obiettivo di una Consulenza Psicologica si può riassumere nell’aiutare la persona a trovare una risposta alla sua difficoltà in un tempo relativamente breve. Per esempio, una Consulenza può aiutare a comprendere che alla base di frequenti litigi con il/la proprio/a partner possono esserci modalità comunicative non corrette e inefficaci che alimentano un conflitto nella coppia e una condizione di sofferenza individuale per i singoli partner. La Consulenza Psicologica è un intervento non terapeutico (intervento quest’ultimo relativo alla sfera della psicoterapia e attuabile solo da uno psicologo che abbia conseguito la specializzazione in psicoterapia) che può anche declinarsi in percorsi differenti a seconda degli ambiti in cui è effettuata (quali ad esempio, il Disagio Psichico, la Psicologia del Benessere, la Psicologia Scolastica, del Lavoro, dello Sport, la Psicologia Giuridica ed altri ancora), essa è finalizzata ad elaborare le strategie d’intervento più adeguate a facilitare il cambiamento, la crescita e la realizzazione personale dell’individuo. Si orienta alla comprensione e alla definizione del problema, oltre che alla ricerca di eventuali strategie di trattamento adeguate. In tal senso è essenziale la motivazione al cambiamento dell’individuo. Psicologo e cliente/paziente costruiscono e condividono insieme degli obiettivi concreti e si esplicitano, possibilmente, i limiti di tempo entro cui raggiungerli insieme.

Nella Consulenza Psicologica sono importanti alcune domande:
  • Perché ho bisogno di un aiuto psicologico?
  • Quanto sono motivato al cambiamento?
  • Quali sono i miei obiettivi?
Questo tipo di intervento può essere di quattro tipologie fondamentali:
  • Consulenza Individuale;
  • Consulenza di Coppia (per es. disagio di coppia e/o disturbi sessuali);
  • Consulenza Familiare (per es. difficoltà di rapporto fra genitori e figli, problematiche psicoeducative);
  • Consulenze di Gruppo.
 
Solitamente sono previsti uno o due colloqui preliminari, con funzione conoscitivo-informativa. La raccolta dei dati anamnestici e l’inquadramento della situazione generale permetterà di optare per una Consulenza di pochi incontri oppure per interventi più approfonditi, come ad esempio il Sostegno Psicologico. La durata complessiva delle prestazioni di una Consulenza Psicologica non può essere definita a priori (a volte anche 2-4 incontri possono essere sufficienti). Invece, la durata e la frequenza degli incontri sarà valutata in base alla richiesta ed alla disponibilità di paziente e psicologo. Solitamente gli incontri hanno una cadenza che può andare da 2 a 4 volte al mese. Nel caso in cui un paziente volesse interrompere il rapporto con lo psicologo, potrà farlo in qualsiasi momento: potrà comunicare la sua volontà di interruzione rendendosi disponibile ad effettuare un ultimo incontro utile alla sintesi del lavoro svolto sino ad allora.